46° Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco a San Miniato

A San Miniato torna la manifestazione enogastronomica più attesa dell'anno!

Dal 12 novembre 2016 al 04 dicembre 2016

Prodotti acquistabili
Alloggi

Tutto è ormai deciso per una delle più gustose Feste e Sagre in Toscana 2016: nella caratteristica località di San Miniato, la Sagra del Tartufo vi aspetta dal 12 novembre al 4 dicembre per quattro weekend all'insegna dei sapori e dei prodotti tipici della zona.

Giunta alla sua 46^ edizione, la Festa del Tartufo a San Miniato è diventata, con il passare degli anni, una delle manifestazioni più apprezzate non solo da chi opera nel settore, che considera questo evento come una straordinaria vetrina per vendere i propri prodotti, ma anche dagli appassionati del tartufo o da semplici visitatori che vogliono conoscere, approfondire e gustare questo alimento, tanto prezioso quanto costoso.

Ma quali sono le origini di questa imperdibile kermesse toscana? La prima Sagra del Tartufo di San Miniato si svolse in Piazza del Duomo nel lontano 1969: da allora, tralasciando un'interruzione di due anni dovuta allo studio del prodotto e ad un'accurata pianificazione delle edizioni successive, la festa è stata ripetuta ogni anno, ottenendo sempre maggiori consensi.

La ricerca del tartufo in Toscana, ed in particolar modo nella zona di San Miniato, ebbe inizio più di un secolo fa quando, alcuni romagnoli trasferitisi in queste terre, insegnarono alla popolazione locale la ricerca e la commercializzazione di questo apprezzatissimo tubero che, in breve tempo, divenne famoso in tutto il mondo.
L'eccellenza della qualità del tartufo di San Miniato, è dovuto soprattutto al clima ideale ed alla tipologia del terreno di quest'area, che ben si presta alla coltivazione di tale ricercato alimento, apprezzato ed utilizzato dai più grandi chef di fama internazionale ed oggi tutelato dal marchio 'Tartufo Bianco delle Colline Sanminiatesi'.

La Mostra del Tartufo Bianco a San Miniato, che si tiene ogni anno tra novembre e dicembre, rappresenta una delle più partecipate feste del settore: nelle ultime edizioni si sono contate oltre 60.000 presenze! Visto il successo ottenuto edizione dopo edizione, il calendario autunnale di eventi a San Miniato e dintorni si è arricchito di numerose sagre collaterali, in grado di soddisfare anche i palati più esigenti: La Serra (24-25 settembre), Corazzano (1-2 ottobre), Balconevisi (15-16 ottobre), Ponte a Egola (22-23 ottobre), San Miniato Basso (7-8 novembre) e, gran finale, la Festa del Tartufo di San Miniato, l'apoteosi del tartufo bianco nonché una delle più attese fiere in Toscana 2016.

Il tartufo toscano è il protagonista di un mercato davvero florido: alcuni commercianti, fondatori delle ditte operanti in zona, acquistano questo prestigioso prodotto direttamente dai tartufai locali per poi rivenderlo in Italia e all'estero, dagli Stati Uniti al Giappone, dal Brasile agli Emirati Arabi… tutti vogliono gustare il famoso tartufo bianco di San Miniato!

Se vi trovate in zona, non potete non assaggiare il famoso 'Risotto di tartufo', proposto da diversi ristoranti locali: la ricetta originale, inventata da Renato Tozzi negli anni '60 e servita per la prima nel suo ristorante Miravalle, fu fin da subito apprezzata dai più grandi esperti enogastronomi.
Da qualche tempo, la Provincia di Pisa ha selezionato i migliori ristoranti della zona, conferendo loro il marchio 'Amico del Tartufo'.

Pensate che la Toscana conta più di duemila tartufai i quali, in diversi periodi dell'anno, battono i boschi alla ricerca di varie specie di tartufo - quello di marzo, quello estivo ma soprattutto quello bianco autunnale - aiutanti dai loro impareggiabili assistenti, i cani!

Nata nel 1982, l'Associazione Tartufai delle colline Sanminiatesi conta circa 400 soci ed è una delle più importanti ed organizzate d'Italia. L'arte dei tartufai, tramandata di generazione in generazione, li ha resi dei veri maestri nella ricerca di questo squisito e pregiato prodotto.

Lo slogan della 46^ Festa del Tartufo a San Miniato - 'Il Tartufo nel Cuore della Toscana' - è stato scelto proprio per la posizione baricentrica che occupa questa località rispetto all'intera regione, tanto da essere chiamata la Città delle XX Miglia.
Nei giorni di svolgimento della Fiera del Tartufo, San Miniato diventa il laboratorio enogastronomico a cielo aperto più grande d'Italia dove, oltre al tartufo, i visitatori potranno conoscere ad apprezzare altri prodotti tipici, come l'olio extravergine di oliva, il gustoso vino prodotto in loco, insaccati, formaggi, dolci e molte altre prelibatezze della zona.
Nel centro storico del paese, caratterizzato da stradine e storiche piazze, saranno più di 120 gli espositori che presenteranno il meglio dell'enogastronomia locale e di tutta la Toscana: non perdetevi la Sagra del Tartufo a San Miniato!

Anche quest'anno, il programma della Mostra Mercato del Tartufo di San Miniato, sarà ricco di interessanti e stuzzicanti appuntamenti: nella splendida Piazza del Seminario si terrà l'Officina del Tartufo dove, esperti chef italiani e stranieri, prepareranno gustose pietanze… rigorosamente a base di tartufo!
Inoltre, alcuni personaggi dello sport, della cultura e dello spettacolo, riceveranno l'ambito riconoscimento 'Ambasciatore del Tartufo di San Miniato'. In programma anche l'assegnazione di altri premi, come quello riservato al tartufaio più anziano e quello destinato al tartufo più grosso.

Curiosità: il tartufo più grande del mondo, ben 2,520 chilogrammi, fu trovato proprio a San Miniato nel 1954. Per oltre cinquant'anni il nome del fortunato tartufaio rimase avvolto nel mistero e solo nel 2003 si scoprì la sua identità: si trattava di Arturo Gallerini detto il Bergo, un noto tartufaio di Balconevisi che vendette il tartufo da guinnes al commerciante albese Giacomo Morra il quale, narra la storia, lo regalò nientepopodimeno che… al presidente degli Stati Uniti, David Eisenhower!
E proprio nelle colline Sanminiatesi fu trovato anche il tartufo più pagato al mondo che venne venduto - per beneficienza - ad un ristoratore londinese all'Asta Internazionale del Tartufo nel 2007. Siete curiosi di sapere a quale cifra? Eccovi accontentati: 330mila dollari! Ovviamente la notizia fece il giro del mondo in men che non si dica! Purtroppo, a causa della troppa esposizione nella vetrina di Londra, il preziosissimo tartufo deperì: in suo onore fu celebrato un solenne funerale nella Villa di Cafaggiolo, sede dell'asta, dove poi venne seppellito, accanto ad una grande e secolare quercia.

Buongustai di tutta Italia, segnate queste date in agenda: 12 e 13, 19 e 20, 26 e 27 novembre e 3 e 4 dicembre 2016, vi aspetta la manifestazione regina d'autunno: la 46^ Mostra Mercato del Tartufo a San Miniato, nel carinissimo centro storico del paese! Lasciatevi travolgere dai sapori, dagli odori e dai colori di questa straordinaria kermesse enogastronomica… non ve ne pentirete!

Cogliete l'occasione della Fiera del Tartufo bianco per visitare la Toscana: prenotate uno dei nostri interessanti tour in Toscana e scoprite insieme a noi le meraviglie che solo questa regione è in grado di offrire!

A cura della redazione di Insidecom