Giostra dell'Orso 2018

Un’antica corsa di cavalli nella suggestiva cornice medievale di Piazza del Duomo

25 luglio 2018

Giostra_dellorso
Prodotti acquistabili
Alloggi Transfer Tour & Attività

A Pistoia il 25 luglio si celebra San Jacopo, il santo patrono della città e l’evento clou della giornata è la Giostra dell’Orso. Nell’incantevole Piazza del Duomo, cuore medievale della città, viene ricavato un anello di terra battuta dove si sfidano i cavalieri dei quattro rioni di Pistoia. Questi, con una particolare lancia, devono cercare di colpire la sagoma di un orso, posizionato sul lato del percorso. Quella di Pistoia, che è una delle più antiche giostre medievali in Italia, è preceduta da una suggestiva parata in costume. Anzi, a dire il vero, per San Jacopo a Pistoia il corteo storico non è uno solo uno ma ce ne sono ben due: uno si svolge la mattina ed un altro la sera, poco prima dell’inizio della gara. Insomma le celebrazioni per il Santo Patrono di Pistoia sono un’ottima occasione per passare una giornata ricca di appuntamenti in questa graziosa e piacevole cittadina. Se la troppa folla del Palio di Siena vi spaventa e volete qualcosa di più raccolto, la Giostra dell’Orso di Pistoia è proprio quello che fa per voi!

 

UN PO’ DI STORIA DELLA GIOSTRA DELL’ORSO. Quest’antica gara ippica sembra risalire al 1200 anche se le prime testimonianze del palio di Pistoia risalgono al XVI sec. Allora la corsa non si faceva in Piazza del Duomo ma lungo un percorso rettilineo che partendo dalla periferia della città arrivava comunque nel centro storico. A Pistoia il palio si è trasformato nella Giostra dell’Orso all’inizio del XIX secolo e ad eccezione di cause di forza maggiore come guerre e pestilenze, la gara veniva sempre organizzata. La versione moderna è iniziata nel 1947 ed è stata fatta regolarmente per una decina d’anni. Risolti i problemi della pavimentazione della Piazza che ne avevano causato l’interruzione, dal 1974 in poi a Pistoia la Giostra dell’Orso si è sempre corsa. L’unica eccezione in tempi moderni è relativa al 2015: quell’anno infatti l’amministrazione decise di non dare l’ok per la manifestazione. Durante la giostra dell’Orso del 2014, infatti, due cavalli si ferirono gravemente e dovettero essere abbattuti. C’è da dire che la Festa di San Jacopo a Pistoia senza la classica corsa di cavalli non sembrava la stessa e fu così deciso non di eleminarla ma di pensare a nuove regole che salvaguardassero maggiormente i cavalli.

 

COME SI SVOLGE LA GIOSTRA DELL’ORSO. La giostra dell’Orso viene disputata dai cavalieri che appartengono ai quattro rioni nei quali è divisa la città. A Pistoia i rioni, come da copione, sono caratterizzati ognuno dai suoi colori e dal simbolo che li rappresenta. La città è praticamente divisa in altrettante aree d’appartenenza che più o meno fanno riferimento alle quattro porte cittadine: Porta San Marco si tinge dei colori giallo oro del Leon D’Oro, Porta al Borgo del bianco e rosso del Grifone, Porta Carratica del rosso verde del Drago ed infine Porta Lucchese si colora del bianco rosso tipici del Cervo Bianco. Ma torniamo ai cavalieri della Giostra dell’Orso! Secondo il nuovo regolamento ogni rione ha a disposizione tre cavalli più uno di riserva che si combattono in diciotto tornate. I trombettieri annunciano solennemente l’entrata nell’anello dei cavalieri che vengono preceduti dal pittoresco corteggio storico di Pistoia e dalle autorità cittadine, dopo di che si dispongono sotto il loggiato del Palazzo Comunale. A questo punto un araldo legge il regolamento, che viste le novità, per la Giostra dell’Orso 2018 sarà ascoltato molto attentamente. Solo adesso la corsa può iniziare! I cavalieri a coppie di due percorrono al galoppo con le lance abbassate il tracciato e devono cercare di colpire i due orsi stilizzati che fungono da bersaglio. Secondo il nuovo regolamento della Giostra dell’Orso saranno assegnati cinque diversi punteggi che privilegeranno la precisione nel colpire l’orso. Proprio in quest’ottica si sono stabiliti dei limiti massimi e minimi di velocità ma non chiedetemi come verranno misurati! Anche per le razze dei cavalli si è data la preferenza a quelle forse un po’ più lente ma sicuramente più robuste. Tutto ad un unico scopo: evitare il triste epilogo del 2014! Detto questo dopo le varie tornate viene stabilito il rione vincitore e viene assegnato anche lo Speron d’Oro che viene conferito al cavaliere che individualmente ha totalizzato il punteggio più alto. Il rione vincitore si aggiudica il ‘palio’, il dipinto su tessuto che come a Siena viene realizzato ogni anno da un diverso artista.

 

SAN JACOPO, CALENDARIO DELLE CELEBRAZIONE E DEGLI EVENTI DEL 25 LUGLIO A PISTOIA

Ore 9.30: partenza del corteo storico dalle sedi dei quattro rioni. Ogni rione è rappresentato da tre compagnie, da un capitano, un cavaliere, un trombettiere ed un discreto numero di alabardieri. Tutti i rioni confluiscono in Piazzetta Romana ed attraversando il centro storico arrivano in Piazza del Duomo passando da Piazza della Sala, via di Stracceria, via Roma, via Cavour, via Buozzi, via Curtatone e Montanara, via Abbi Pazienza, via delle Pappe, via Filippo Pacini, via Palestro, via Cavour e via Roma. Il corteggio storico che si svolge a Pistoia per la Festa di San Jacopo ha in testa i gonfaloni di comune e Provincia ed una serie di figure prestabilite come il paggio che porta le chiavi della città ed il Podestà, arrivando tutti in cattedrale.

Ore 11.00: celebrazione della messa solenne in onore del patrono di Pistoia San Jacopo. Il vescovo della città attende il corteo in cattedrale ed al suo arrivo apre le porte e fa entrare la processione che viene anche detta ‘Processione dei Ceri’. Questo perché durante al celebrazione oltre al palio, il dipinto su tela che verrà consegnato al rione vincitore, vengono offerti anche quattro ceri.

Ore 19.30: il corteo storico attraversa piazza del Duomo. Insieme ai cavalli ed ai cavalieri si svolge una suggestiva parata che vede come cornice l’anello dove si svolgerà la gara. Il Vescovo benedice tutti i partecipanti prima dell’inizio del tanto atteso palio di San Jacopo.

Ore 21.30 I cavalieri entrano in piazza seguiti dal corteo: I cavalieri fanno il loro ingresso nella piazza seguiti dal pittoresco corteo e, dopo aver salutato le autorità e i rappresentanti di ciascun rione, prendono posto sotto l'arcata del Palazzo Comunale. Solo a questo punto….la Giostra dell’Orso può davvero cominciare!

 

INFORMAZIONI UTILI. I biglietti della giostra dell’Orso possono essere acquistati presso l’Ufficio del Turismo di Pistoia che si trova proprio in piazza del Duomo. L’evento si svolge in pieno centro che dista cinque minuti a piedi dalla stazione ferroviaria e degli autobus. Se arrivate in auto vi consigliamo di lasciarla al Parcheggio Cellini e di proseguire verso il centro a piedi, anche in questo caso bastano cinque minuti! Se poi volete prendervela comoda perché non prenotate uno dei nostri hotel a Pistoia? Tra l’altro da questa incantevole cittadina si raggiungono velocemente altre città d’arte come FirenzeLuccaPisa ed anche la Versilia, con le sue meravigliose spiagge, è molto vicina! Se poi preferite il fresco… la Montagna Pistoiese sarà perfetta per qualche escursione o solo per un gelato nel verde!

Che ne dite? Proprio una bella idea per passare qualche giorno in Toscana, vero? Del resto per la Giostra dell’Orso il programma ricco della giornata offre proprio un’occasione unica per un piacevole tuffo nel passato e nelle suggestioni del medioevo! Partecipate dunque all’evento clou del luglio Pistoiese e visto che ci siete perché non ne approfittate per regalarvi anche uno dei nostri tour a Firenze?

A cura della redazione di Insidecom