Aneddoti & Curiosità

Ma che hai il palletico?

Modi di dire
Palletico_Vohabolario

Ma che hai il palletico?

Per spiegare questo termine basta un esempio semplice, semplice: avete presente quando durante il compito in classe muovevate ritmicamente la gamba, magari facendo anche tremare il banco? Ecco da noi in Toscana quando qualcuno si muove nervosamente, non riesce a stare fermo di solito gli viene rivolta la domanda ‘Ma che hai il palletico?’ Dunque il palletico, spesso pronunciato con la ‘c’ aspirata (palletiho) o magari proprio senza (palletio) significa proprio muoversi in modo involontario, nervosamente arrecando anche un certo disturbo a chi sta vicino.

Da cosa deriva questo termine? Secondo la Treccani la parola deriva da ‘parlesia’ definita come tremore paralitico; paralisi agitante. In questo caso ci si riferisce a disturbi di tipo neurologico derivanti da malattie degenerative come il Parkinson. In comune con l’espressione toscana c’è solo il tremore, per il resto si tratta di due situazione ben diverse.

Il termine palletico viene usato anche per indicare una certa insofferenza verso qualcuno che con il suo comportamento, atteggiamento o modo di fare ci infastidisce. ‘Paolo non sta mai zitto, mi fa venire il palletico’. E’ un po’ come dire mi fa agitare! Allo stesso modo questa parola si può usare per descrivere l’attesa verso qualcosa che non si verifica o che sta ritardando nel verificarsi. Immaginate di essere nella sala d’attesa del dottore da due ore ed ancora non è il vostro turno. In questa situazione un toscano esclamerebbe ‘Uffa, m’è bell’e venuto il palletico!’ (Per chi non lo sapesse ‘bell’e’ in questo caso significa ‘già’.) Terminiamo questa nostra dissertazione filologica con un altro uso del termine palletico. Quando vi spiegano qualcosa o vi parlano senza mai giungere ad una conclusione, per interrompere l’interlocutore prolisso si può dire ‘Basta, tu m’ha fatto venire il palletico!’ Non è proprio carino da dire, ma, come si suol dire, quando ci vuole ci vuole!

Come saprete il modo migliore di apprendere una lingua è tramite la full immersion. Quindi dopo questa lezione teorica siete pronti per andare a metterla in pratica? Dove? Scegliete uno dei nostri tour nel Chianti  ed avrete solo l’imbarazzo della scelta.

 

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Toscana: Ferdinando Innocenti: l’inventore della Lambretta

Lambretta
Presenze illustri

Che la Toscana sia una terra d’inventori non ci sono dubbi. Basti pensare a Leonardo da Vinci! Anche Ferdinando Innocenti è uno di q...

Vedi

Firenze: E’ nato a Firenze il Negroni!

Negroni
Lo sapevate che...

In tempi nei quali Mojito e Moscow Mule imperversano tra gli aperitivi, ci sono cocktail classici che hanno resistito imperterriti al p...

Vedi

Toscana: Mangiare a ‘ufo’.

mangiare a ufo
Modi di dire

Se andate in Toscana può anche darsi che vi capiti di mangiare a ufo.  Sapete cosa significa? Tranquilli,  gli omini verdi e...

Vedi

Lamporecchio: La storia dei brigidini di Lamporecchio.

brigidini-lamporecchio-1
Tradizioni popolari

I brigidini….che bontà, chi non li conosce? Il loro profumo dolce pervade l’aria di qualsiasi fiera o sagra di paese. Danno subito...

Vedi

I post più letti

Arezzo: Guido d'Arezzo e l'invenzione della musica

Guido-d-Arezzo
Presenze illustri

A Talla e dintorni non hanno dubbi: è nato proprio nel loro piccolo paesino in provincia di Arezzo, intorno al 922 d.C., l'inventore d...

Vedi

Pistoia: Il Bacio dei Cristi a Gavinana

Il-bacio-dei-cristi
Tradizioni popolari

E' un rito molto antico ma ancora in uso. Due grandi processioni che si incontrano, davanti ad ognuna un Cristo in croce: le teste dei ...

Vedi

Siena: Piero Carbonetti e il suo tamburo di latta

Piero-Carbonetti
Tradizioni popolari

Sovversivo, perseguitato, anarchico, clochard, sognatore: è davvero difficile definire Piero Carbonetti, toscanaccio doc e garibaldino...

Vedi

Pisa: Kinzika, la giovane donna che salvò Pisa dai Saraceni

Kinzika
Tradizioni popolari

Fu veramente lei, una giovane donna dal nome arabeggiante, Kinzica appunto, della nobile famiglia dei Sismondi, a salvare Pisa dal sacc...

Vedi