Aneddoti & Curiosità

La misteriosa strada di Filattiera in Garfagnana

Misteri & Leggende
Strada_Caprio_Filattiera

La misteriosa strada di Filattiera in Garfagnana

La Garfagnana in Toscana vanta il primato di misteri, leggende e fatti inspiegabili: folletti, ponti eretti dal diavolo, avvistamenti alieni e castelli infestati da fantasmi sono all’ordine del giorno. Quindi se siete un po’ paurosi…meglio dirigervi in altre aree più tranquille! Se invece queste storie alla ‘X-Files’ vi attirano vi raccontiamo un altro mistero.

Questa volta si tratta di una strada che a guardarla sembra andare salita, ma che in realtà, misteriosamente sembrerebbe andare in discesa. Avete capito? No? Bene cercherò di spiegarmi meglio. Allora intanto vi spiego dove si trova così potete andare a vedere di persona: collega Caprio a Filattiera e si raggiunge da Pontremoli percorrendo la Strada Statale della Cisa. Si tratta di un rettilineo lungo circa 200 metri e largo 5 che a vederlo sembrerebbe in salita. Secondo alcune prove fatte lasciando la macchina con il motore spento questa procederebbe in avanti senza nessuna spinta. Inoltre, versando dell’acqua a circa 30 metri dalla fine della presunta salita questa risalirebbe verso l’alto. Strano, non vi pare? Tra le altre cose sembra che nel pomeriggio questi strani fenomeni si presentino più debolmente.

La spiegazione di tutto questo? Secondo alcune rilevazioni fatte da un geometra di Firenze che avrebbe utilizzato tutti gli strumenti del caso (bolla a cannocchiale, magnetometro, contatore Geiger, bussola magnetica) visto che la strada avrebbe solo una pendenza media dell’1% si tratterebbe soltanto di un effetto ottico. Altre ipotesi più fantasiose ma forse anche più intriganti tirano in ballo strani fenomeni magnetici e gravitazionali. A voi scegliere da che parte stare! Se i misteri irrisolti vi intrigano allora di diamo un altro dei nostri preziosi consigli da insider. Perché non scoprire il lato ‘noir’ del capoluogo toscano con il nostro tour ‘Firenze da paura’? Avrete abbastanza fegato?

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Lucca: Chi viene a Lucca e non mangia il buccellato...

buccellato_2
Tradizioni popolari

'Chi viene a Lucca e ‘un mangia il buccellato è come se ‘un ci fosse stato': così recita un detto popolare lucchese. Ed in effett...

Vedi

Siena: Sunto: la voce del Palio

sunto - Palio
Curiosità storiche

Se vi è capitato di assistere al Palio di Siena, avrete sicuramente sentito rintoccare il campanone che si trova sulla cima della Torr...

Vedi

Livorno: Stasera ci ceni ?

stasera ci ceni_1
Tradizioni popolari

‘Ci ceni?’ Potrebbe sembrare una domanda generica che, di solito, presupporrebbe almeno due precisazioni: dove e quando. Ma c’è ...

Vedi

Carrara: Dove sceglieva il marmo Michelangelo?

Marmo_Carrara_Stefano_Bianchi
Lo sapevate che...

Il marmo di Carrara è un materiale pregiato conosciuto per la sua bellezza in tutto il mondo. Anche Michelangelo se ne innamorò, non ...

Vedi

I post più letti

Arezzo: Guido d'Arezzo e l'invenzione della musica

Guido-d-Arezzo
Presenze illustri

A Talla e dintorni non hanno dubbi: è nato proprio nel loro piccolo paesino in provincia di Arezzo, intorno al 922 d.C., l'inventore d...

Vedi

Pistoia: Il Bacio dei Cristi a Gavinana

Il-bacio-dei-cristi
Tradizioni popolari

E' un rito molto antico ma ancora in uso. Due grandi processioni che si incontrano, davanti ad ognuna un Cristo in croce: le teste dei ...

Vedi

Siena: Piero Carbonetti e il suo tamburo di latta

Piero-Carbonetti
Tradizioni popolari

Sovversivo, perseguitato, anarchico, clochard, sognatore: è davvero difficile definire Piero Carbonetti, toscanaccio doc e garibaldino...

Vedi

Pisa: Kinzika, la giovane donna che salvò Pisa dai Saraceni

Kinzika
Tradizioni popolari

Fu veramente lei, una giovane donna dal nome arabeggiante, Kinzica appunto, della nobile famiglia dei Sismondi, a salvare Pisa dal sacc...

Vedi