Aneddoti & Curiosità

La leggenda degli Argonauti dell’Isola d’Elba

Misteri & Leggende
argonauti

La leggenda degli Argonauti dell’Isola d’Elba

Nella splendida Isola D’Elba, ci sono tante meravigliose spiagge e quella delle Ghiaie è proprio uno di questi paradisi. Si torva nelle vicinanze di Portoferraio e, come il nome lascia intuire, il litorale non è sabbioso ma composto da ciottoli bianchi. Anzi, a dire il vero, non sono proprio bianchi ma sono caratterizzati da striature e macchioline nero-blu. Questa loro caratteristica sta alla base di una leggenda affascinante che li riguarda.

Avete presente gli argonauti? No? Allora facciamo un ripassino! Erano un gruppo di 50 eroi che sotto la guida di Giasone intrapresero un’incredibile ed avventuroso viaggio a bordo della nave Argo. Cercando di conquistare il vello d’oro,  arrivarono fino alle ostili terre della Colchide (attuale Georgia) ma sembra che fecero tappa anche all’isola d’Elba! Secondo quanto scrissero alcuni autori classici, tra i quali Diodoro Siculo (90-20 a.C.), gli Argonauti navigando per il Tirreno si fermarono in un’isola chiamata Aethalia che era appunto l’Isola d’Elba.

Secondo la leggenda gli Argonauti arrivarono sulla spiaggia delle Ghiaie: erano stanchi e provati dal duro viaggio e volta scesi a terra, si detersero il sudore con i sassi bianchi e porosi della spiaggia. Sarebbe stato proprio il sudore a macchiare di gocce nero-blu i sassi della spiaggia delle Ghiaie e a renderli così particolari.

Quindi, la prossima volta che andate all’Isola d’Elba andate a vedere questa splendida spiaggia. Mi raccomando però, i sassi lasciateli lì, non ha veramente senso portarli a casa come souvenir. Il ricordo più bello che porterete con voi, proprio come gli Argonauti, sarà quello di un mare stupendo che proprio per il colore dei ciottoli del fondale, assume delle nuance che vanno dal turchese al blu cobalto. Essendo inoltre una zona a tutela biologica vi godrete uno snorkeling senza paragoni. Vi abbiamo fatto venir voglia di andare all’Elba per le prossime vacanze? Che dite allora di dare un’occhiata anche ai tanti tour in partenza dal porto di Livorno che vi permetteranno di visitare le più belle città della Toscana? Bella idea vero?

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Lamporecchio: La storia dei brigidini di Lamporecchio.

brigidini-lamporecchio-1
Tradizioni popolari

I brigidini….che bontà, chi non li conosce? Il loro profumo dolce pervade l’aria di qualsiasi fiera o sagra di paese. Danno subito...

Vedi

Pistoia: Il Castagno di Pistoia: il piccolo borgo diventato museo.

castagno-di-piteccio-opera
Opere e luoghi poco noti

Vicino a Pistoia, per la precisione a soli 12 km dall'incantevole centro medievale della città,  c’è un altrettanto incantevol...

Vedi

Toscana: Un angolo di Tibet vicino a Pisa.

Pomaia_
Opere e luoghi poco noti

Pomaia è un piccolo borgo del Comune di Santa Luce a Pisa e qui, tra le colline, si trova il centro buddista più grande d...

Vedi

Pisa: La torta coi bischeri di Pisa

torta con i bischeri
Tradizioni popolari

La torta coi ‘bischeri è tipica di San Giuliano Terme, in provincia di Pisa. Vi basta dare un’occhiata alla foto, per rendervi con...

Vedi

I post più letti

Arezzo: Guido d'Arezzo e l'invenzione della musica

Guido-d-Arezzo
Presenze illustri

A Talla e dintorni non hanno dubbi: è nato proprio nel loro piccolo paesino in provincia di Arezzo, intorno al 922 d.C., l'inventore d...

Vedi

Pistoia: Il Bacio dei Cristi a Gavinana

Il-bacio-dei-cristi
Tradizioni popolari

E' un rito molto antico ma ancora in uso. Due grandi processioni che si incontrano, davanti ad ognuna un Cristo in croce: le teste dei ...

Vedi

Siena: Piero Carbonetti e il suo tamburo di latta

Piero-Carbonetti
Tradizioni popolari

Sovversivo, perseguitato, anarchico, clochard, sognatore: è davvero difficile definire Piero Carbonetti, toscanaccio doc e garibaldino...

Vedi

Pisa: Kinzika, la giovane donna che salvò Pisa dai Saraceni

Kinzika
Tradizioni popolari

Fu veramente lei, una giovane donna dal nome arabeggiante, Kinzica appunto, della nobile famiglia dei Sismondi, a salvare Pisa dal sacc...

Vedi