Aneddoti & Curiosità

Il Mulino Bianco esiste davvero ed è in Toscana!

Opere e luoghi poco noti
Mulino_Chiusdino

Il Mulino Bianco esiste davvero ed è in Toscana!

Alzi la mano, anzi no, faccia un click sul mouse chi non ha mai mangiato baiocchi, macine o tegolini? Come immaginavo siete davvero pochissimi! Dunque la maggior parte di voi avrà capito che sto parlando di una delle casa dolciarie più famose d’Italia: il Mulino Bianco. Si, proprio quello della famiglia felice, dove tutti ridono sempre… anche alle 7 di mattina di un normale giorno di lavoro (e di follia per i comuni mortali). Sappiate che se la perfetta famiglia del Mulino Bianco forse non esiste, il mulino degli spot invece esiste davvero e si trova proprio in Toscana!

Sebbene, infatti, la Barilla avesse adottato il mulino come marchio della sua industria dolciaria già a partire dal 1977, solo nel 1989 fu deciso di utilizzare un mulino vero per gli spot. L’idea venne ad Armando Testa, il fondatore di una delle più importanti agenzie pubblicitarie. Dopo aver girato in lungo e largo l’Italia finalmente a Chiusdino, a poco meno di 40 chilometri da Siena, trovò quello che stava cercando.

Si trattava di un mulino che risaliva al 1200 e che era stato costruito dai Monaci dell’Abbazia di Serena. Allora veniva utilizzato prevalentemente per macinare il grano ma anche per alcuni procedimenti di trasformazione dei tessuti. Quando il team che doveva girare lo spot, vero ‘dream team’ composto da Tornatore, Morricone e Gianna Quaranta, fece i primi sopralluoghi riscontrò che il mulino era messo piuttosto male. Come si fa nel cinema però, bastò un po’ di cartongesso per farlo sembrare il luogo di sogno che tutti conosciamo! Adesso è stato perfettamente ristrutturato e si chiama ‘Mulino delle Pile’: oltre ad essere usato per eventi dalla Barilla è un agriturismo con tanto di piscina dove si può soggiornare nel completo relax. Per la cronaca il mulino bianco non è affatto bianco ma è completamente in pietra!

Chissà poi se le famiglie ‘normali’ passandoci qualche giorno diventano come quelle dello spot? Può darsi! Del resto la zona dove si trova il mulino, la valle del Merse che fa parte dell’area Chianti, è meravigliosa: i suoi paesaggi regalano un incredibile senso di pace e serenità. Perché non godere di questa atmosfera partecipando ad uno de nostri tour del Chianti? Fra colline, cipressi ed antichi castelli il vostro stress scomparirà come un sacchetto di baiocchi all’ora della merenda!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Toscana: Non avere il becco di un quattrino

Becco_di_un_Quattrino
Modi di dire

Sapete cosa voglia dire l’espressione ‘non avere il becco di un quattrino’? Purtroppo di questi tempi ho paura che siano in molti...

Vedi

Pistoia: Il Dandy sgargiante

Dandy_2
Presenze illustri

In quel di Pistoia si aggira un personaggio che, almeno dal punto di vista dell’abbigliamento, scuote la tranquillità della cittadin...

Vedi

Firenze: Il peposo: storia di un piatto antico e prelibato

Peposo_toscano
Lo sapevate che...

Insieme alla bistecca fiorentina il peposo è sicuramente uno dei piatti tradizionali toscani più conosciuti ed anche più gustosi. Si...

Vedi

Pistoia: Vanni Fucci il ladro di Pistoia

Vanni_Fucci
Curiosità storiche

Se leggendo il titolo state cercando di ricordare qualche fatto di cronaca che riguardasse questo Vanni Fucci siete fuori strada! Bisog...

Vedi

I post più letti

Arezzo: Guido d'Arezzo e l'invenzione della musica

Guido-d-Arezzo
Presenze illustri

A Talla e dintorni non hanno dubbi: è nato proprio nel loro piccolo paesino in provincia di Arezzo, intorno al 922 d.C., l'inventore d...

Vedi

Pistoia: Il Bacio dei Cristi a Gavinana

Il-bacio-dei-cristi
Tradizioni popolari

E' un rito molto antico ma ancora in uso. Due grandi processioni che si incontrano, davanti ad ognuna un Cristo in croce: le teste dei ...

Vedi

Siena: Piero Carbonetti e il suo tamburo di latta

Piero-Carbonetti
Tradizioni popolari

Sovversivo, perseguitato, anarchico, clochard, sognatore: è davvero difficile definire Piero Carbonetti, toscanaccio doc e garibaldino...

Vedi

Pisa: Kinzika, la giovane donna che salvò Pisa dai Saraceni

Kinzika
Tradizioni popolari

Fu veramente lei, una giovane donna dal nome arabeggiante, Kinzica appunto, della nobile famiglia dei Sismondi, a salvare Pisa dal sacc...

Vedi