Aneddoti & Curiosità

Il Castello di Strozzavolpe a Poggibonsi ed il suo bizzarro fantasma

Misteri & Leggende
Strozzavolpe

Il Castello di Strozzavolpe a Poggibonsi ed il suo bizzarro fantasma

Vicino a Poggibonsi, una cittadina tra Siena e Firenze nell’alta Val D’Elsa, si trova un bellissimo castello con la cinta muraria ed il maestoso arco in pietra. Si tratta di un castello dal nome piuttosto bizzarro: Strozzavolpe. Come ogni antico maniero ha il suo ricco alone di misteri e leggende ed anche, come da copione, un fantasma che lo infesta. Attenzione questa volta non si tratta né di una gentil donzella barbaramente uccisa , né tantomeno di un cavaliere morto in un duello…..ma…..provate ad indovinare? Il nome ce lo svela subito: la paurosa presenza che sembra frequentare le vicinanze del castello è proprio una volpe. Da dove nasce questa leggenda così particolare?

Tutto cominciò intorno al 1100 quando Bonifazio Duca e Marchese di Toscana si convinse che voleva costruire il suo castello proprio su quel poggio oltre la vallata del fiume Staggia. Due servi, mandati a perlustrare la zona, tornarono terrorizzati raccontando di un’enorme volpe che era uscita dal bosco e che li aveva aggrediti. All’inizio si pensava di risolvere tutto con la classica caccia alla volpe. Ma non fu così semplice. Non solo l’animale sfuggiva ai cacciatori più esperti ma addirittura, quasi fosse un drago, sputava fuoco e fiamme dalla bocca. Alla fine fu il Duca che riuscì ad ucciderla, attirandola in una trappola e strozzandola poi con un laccio. Ed ecco qua…l’origine del bizzarro nome di questo castello.

I problemi del duca però, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, erano tutt’altro che finiti! Solo alla morte della tremenda volpe il mago di corte, infatti, gli comunicò che il castello sarebbe durato solo finché l’animale non fosse stato ricoperto dai vermi. Potete immaginarvi lo sconforto del povero Duca che, però, non si perse d’animo e trovò un escamotage: la volpe fu fatta imbalsamare e riempita niente di meno che d’oro. Fu nascosta in luogo segreto e sembra aver generato ulteriori storie misteriose che narrano del tesoro del castello di Strozzavolpe. Questa è un’altra storia pero’….ve la racconteremo un’altra volta. Intanto se vi piacciono i castelli con il loro fascino antico e con i loro misteri vi consigliamo il nostro Tour tra i castelli del Chianti con pranzo tipico e degustazioni vini: visiterete il meraviglioso Castello di Brolio e scoprirete del fantasma che anche in questo caso si aggira tra le sue stanze. Chi è? Prenotate il tour e lo scoprirete!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Toscana: Senza lilleri un si lallera!

Senza_lilleri
Modi di dire

Se avete già letto qualche altre aneddoto sui modi dire toscani avrete ormai capito che nella terra di Dante non esiste un vero e prop...

Vedi

Pisa: Il fantasma di Galileo: Ghostbusters all’opera in Piazza dei Miracoli!

Fantasma_Galielo
Misteri & Leggende

Anche il grande Galileo Galilei era toscano. Di Pisa per la precisione, dove all’Università studiò medicina prima di dedicarsi alla...

Vedi

Lucca: Santa Zita ed il miracolo dei legumi

Santa-Zita
Misteri & Leggende

In Italia abbiamo un Santo che protegge chi si impegna in qualsiasi professione. Santa Zita, uno dei personaggi più amati dai lucchesi...

Vedi

Firenze: Perché a Firenze la tuta la chiamano ‘toni’?

Tuta_toni
Modi di dire

In Toscana non abbiamo un vero e proprio dialetto, ma basta spostarsi di poco per trovare modi di dire diversi da una zona all’altra....

Vedi

I post più letti

Arezzo: Guido d'Arezzo e l'invenzione della musica

Guido-d-Arezzo
Presenze illustri

A Talla e dintorni non hanno dubbi: è nato proprio nel loro piccolo paesino in provincia di Arezzo, intorno al 922 d.C., l'inventore d...

Vedi

Pistoia: Il Bacio dei Cristi a Gavinana

Il-bacio-dei-cristi
Tradizioni popolari

E' un rito molto antico ma ancora in uso. Due grandi processioni che si incontrano, davanti ad ognuna un Cristo in croce: le teste dei ...

Vedi

Siena: Piero Carbonetti e il suo tamburo di latta

Piero-Carbonetti
Tradizioni popolari

Sovversivo, perseguitato, anarchico, clochard, sognatore: è davvero difficile definire Piero Carbonetti, toscanaccio doc e garibaldino...

Vedi

Pisa: Kinzika, la giovane donna che salvò Pisa dai Saraceni

Kinzika
Tradizioni popolari

Fu veramente lei, una giovane donna dal nome arabeggiante, Kinzica appunto, della nobile famiglia dei Sismondi, a salvare Pisa dal sacc...

Vedi