Aneddoti & Curiosità

Dio li fa e poi li appaia

Curiosità storiche
Dio_li_fa_e_poi_li_appaia

Dio li fa e poi li appaia

Quante volte, parlando di persone che sono particolarmente affini, vi sarà capitato di dire ‘Dio li fa poi li accoppia’! Forse non lo sapevate ma, inconsapevolmente, stavate facendo una dotta citazione dantesca. Benchè il significato sia lo stesso, la frase originale di Dante è un po’ più articolata: ‘da Montelupo si vede Capraia, Dio li fa e poi li appaia’.

Questa frase racchiude uno degli aspetti più travagliati della vita del grande poeta fiorentino e cioè il suo esilio in seguito alla lotta tra Guelfi e Ghibellini. Alla prima fazione apparteneva il partito filo-papale, mentre alla seconda quella filo-monarchico. Dante Alighieri fu accusato di non aver preso una posizione abbastanza decisa nei confronti dei Guelfi e per questo fu esiliato e definito addirittura il ‘ghibellino fuggiasco’. Anche Montelupo e Capraia appartenevano alle due diverse fazioni: Montelupo era guelfo e Capraia ghibellina. Sembra però che, anche grazie ad un discorso che Farinata Degli Uberti tenne nelle due borgate, i due paesi cominciassero ad avvicinarsi l’uno all’altro verso una visione repubblicana.

L’aneddoto relativo alla citazione di Dante narra come il poeta, allontanandosi da Firenze a cavallo, fosse passato vicino a Montelupo e Capraia che, effettivamente, si fronteggiano da due colli opposti. Vedendoli l’uno di fronte all’altra e pensando anche alla loro vicinanza politica, il poeta fiorentino avrebbe pronunciato la fatidica frase. Dante sperava che, come stava accadendo con Montelupo e Capraia, anche i fiorentini si sarebbero ricreduti e lo avrebbero riaccolto a braccia aperte… una speranza che però, come sappiamo, non trovò riscontro nei fatti.

Un’ultima curiosità: la citazione ‘da Montelupo si vede Capraia, Dio li fa e poi li appaia’ è incisa in un boccale del XIII secolo esposto niente di meno che al British Museum… quindi, se passate dalle parti di Londra, non perdetevi questa ‘chicca’ tutta toscana!

Se siete amanti di Dante, se le vicende medievali fatte di intrighi e misteri vi appassionano, avrete letto di sicuro il best–seller ‘Inferno’ di Dan Brown. Se non lo avete fatto ve lo consigliamo vivamente, anche perché, una buona parte del libro, è incentrata proprio su Firenze. Dite che potete vedere anche il film? Certo, ma potete fare ancora di meglio! Perché non prenotate il nostro coinvolgente 'Inferno di Dan Brown: tour a Firenze'? Partecipando a questo eccezionale itinerario, potrete ammirare i luoghi ed i capolavori minuziosamente descritti nel libro e rivivere le concitate esperienze del protagonista, Robert Langdon!

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Toscana: I Maledetti Toscani di Curzio Malaparte

Maledetti_Toscani
Presenze illustri

Maledetti Toscani. Perché’ maledetti? E’ il titolo di un libro che illustra in modo tagliente e schietto gli aspetti più veri del...

Vedi

Firenze: Fabio Picchi: da Firenze al Giappone in un piatto!

Fabio_Picchi
Presenze illustri

Ci sono personaggi a Firenze che sono delle vere e proprie istituzioni. L’istrionico Fabio Picchi è proprio uno di questi. Lo avrete...

Vedi

Siena: Il Mulino Bianco esiste davvero ed è in Toscana!

Mulino_Chiusdino
Opere e luoghi poco noti

Alzi la mano, anzi no, faccia un click sul mouse chi non ha mai mangiato baiocchi, macine o tegolini? Come immaginavo siete davvero poc...

Vedi

Firenze: Cencio, granata e cannella: il vocabolario della casalinga fiorentina

Dizionario_casalinga_toscana
Modi di dire

Ed eccoci qua, ancora una volta, a farci una bella lezioncina di toscano. Questa volta ci concentreremo su parole di uso più che quoti...

Vedi

I post più letti

Arezzo: Guido d'Arezzo e l'invenzione della musica

Guido-d-Arezzo
Presenze illustri

A Talla e dintorni non hanno dubbi: è nato proprio nel loro piccolo paesino in provincia di Arezzo, intorno al 922 d.C., l'inventore d...

Vedi

Pistoia: Il Bacio dei Cristi a Gavinana

Il-bacio-dei-cristi
Tradizioni popolari

E' un rito molto antico ma ancora in uso. Due grandi processioni che si incontrano, davanti ad ognuna un Cristo in croce: le teste dei ...

Vedi

Siena: Piero Carbonetti e il suo tamburo di latta

Piero-Carbonetti
Tradizioni popolari

Sovversivo, perseguitato, anarchico, clochard, sognatore: è davvero difficile definire Piero Carbonetti, toscanaccio doc e garibaldino...

Vedi

Pisa: Kinzika, la giovane donna che salvò Pisa dai Saraceni

Kinzika
Tradizioni popolari

Fu veramente lei, una giovane donna dal nome arabeggiante, Kinzica appunto, della nobile famiglia dei Sismondi, a salvare Pisa dal sacc...

Vedi