ANEDDOTI E CURIOSITA'

Un'originale sezione per svelarvi leggende, misteri, aneddoti e curiosità della Toscana


Lo spirito goliardico ed il forte attaccamento alla propria terra
che da sempre caratterizzano i toscani – pare che il termine 'campanilismo' sia nato proprio da queste parti - hanno fatto nascere centinaia di leggende, aneddoti, credenze popolari e misteri.

In questa sezione, curata da un vero insider e costantemente aggiornata, potrete scoprire tante curiosità sulla Toscana e conoscere il lato inedito di questa straordinaria regione!

Volete conoscere presenze illustri e personaggi famosi della Toscana? Oppure siete curiosi di scoprire le più celebri (ma anche le meno note) leggende toscane? Allora siete nel posto giusto! toscanainside.com vi svelerà miti, leggende, aneddoti e curiosità della Toscana: basati su un fondamento di realtà storica, questi brevi testi descrittivi vi accompagneranno in un divertente viaggio tra storia, folclore e misteri di una Toscana tutta da scoprire!

Aneddoti e Curiosità toscane è la rubrica quindicinale di toscanainside.com dedicata a chi desidera conoscere luoghi, bizzarrie, leggende e stravaganti personaggi toscani che, per qualche motivo, sono entrati a far parte della storia di questa terra. Trovate interessante la storia e la cultura della Toscana? Le leggende, i luoghi misteriosi e le curiosità lo saranno altrettanto! Fatevi travolgere da questa appassionante lettura… siamo sicuri che vi verrà voglia di visitare in prima persona i luoghi citati e i borghi dove sono vissuti i più celebri personaggi storici toscani!

Per essere sempre aggiornati sui nuovi aneddoti della Toscana (curiosità ma anche foto, tour ed eventi del momento), visitate la pagina Facebook di toscanainside e cliccate ‘Mi piace' così da poter interagire con noi: indicateci le vostre curiosità legata al territorio toscano e noi faremo di tutto per soddisfarle!

In evidenza

bordinopinocchio2

Perché si dice babbo in Toscana?

Noi toscani, si dice babbo. E non solo da piccoli ma per tutta la vita. Avrete sentito di sicuro questa parola in qualche film di Pieraccioni o nei monologhi di Benigni e Panariello. E tanto per non andare tanto lontano Carlo Conti, un altro toscano D.O.C, ha intitolato il libro nel quale parla della sua esperienza di padre: ‘ si dice babbo’! Chissà forse avete imparato questa parola da piccoli, leggendo ‘Le avventure di Pinocchio’? Vi ricordate quando il burattino incontra Geppetto nella pancia della balena e lo chiama: ‘babbo….babbino mio’! Non solo! Anche Dante Alighieri usa questa parola nella Divina Commedia. All’inizio del XXXII canto riferendosi alla difficoltà di trovare le parole giuste per descrivere il fondo dell’universo afferma: ‘Ché non è impresa da pigliare a gabbo / discriver fondo a tutto l’universo, / né da lingua che chiami mamma o babbo’. Detto questo vi siete mai chiesti perché in Toscana si dice babbo invece di papà? La spiegazione è piuttosto semplice. Sia babbo che papà sono parole che riproducono il linguaggio semplice utilizzato dai bambini quando iniziano a parlare. Di solito emettono una sorta di balbettio con suoni composti da una consonante e da una vocale: tipo ba-ba, pa-pa, ma-ma ecc. Fino a questo punto, nell’origine onomatopeica dei due termini non ci sono grandi diversità. La differenza sostanziale sta nel fatto che babbo, al contrario di papà è un termine autoctono, italiano. Del resto si sa: Firenze è la culla della nostra lingua! Non ce ne vogliano le altre regioni, ma Manzoni i panni è venuto proprio a ‘risciacquarli in Arno’! L’altro appellativo, papà, invece, è un francesismo: una termine prestato dalla lingua francese che per vicinanza si è diffuso soprattutto nel nord Italia. Com’è poi che babbo è stato soppiantato da papà in quasi tutta Italia? Soprattutto nell’ottocento papà era utilizzato dalle classi sociali più elevate mente babbo era relegato all’uso familiare e comunque più popolare. Alla fine è rimasto in uso solo in Toscana ed in qualche altra area della Sardegna, dell’Emilia Romagna, delle Marche e dell’Umbria e… per descrivere uno dei personaggi più importanti della nostra tradizione. Ci avete mai pensato? Si dice ‘Babbo Natale’ e non ‘Papà Natale’! Giusto? Bello scoprire interessanti curiosità sulla Toscana vero? Perché non approfittate allora di una delle nostre attività a Firenze per scoprire qualche interessante chicca su questa meravigliosa città. Consultate la sezione 'Firenze insolita' e troverete tante esperienze perfette per stuzzicare la vostra curiosità.

Ultimi post

Pistoia: Da dove viene il nome dell’Ospedale del Ceppo di Pistoia?

Ospedale_ceppo
Misteri & Leggende

Tra le tante bellezze che la deliziosa città di Pistoia offre ai suoi visitatori, l’Ospedale del Ceppo è sicuramente tra le più co...

Vedi

Firenze: La 'Rificolona': un buffo nome frutto dello scherzoso spirito fiorentino!

Rificolona
Tradizioni popolari

Le lanterne adesso vanno di gran moda e si usano nelle feste e nei matrimoni. A Firenze, però, sono sempre stati avanti, tant’è che...

Vedi

Firenze: Anche a Firenze hanno il ‘braccio corto’!

Braccio Fiorentino_2
Curiosità storiche

Quante volte avete sentito l’espressione ‘avere il braccino corto’? Tante vero? Allora saprete anche che significa avere una natu...

Vedi

Siena: Quella volta che a Siena rubarono il ‘drappellone’…

Drappellone
Curiosità storiche

Di solito il Palio di Siena si corre due volte l’anno: il 2 luglio in onore della Madonna di Provenzano ed il 16 agosto in onore dell...

Vedi

I post più letti

Arezzo: Guido d'Arezzo e l'invenzione della musica

Guido-d-Arezzo
Presenze illustri

A Talla e dintorni non hanno dubbi: è nato proprio nel loro piccolo paesino in provincia di Arezzo, intorno al 922 d.C., l'inventore d...

Vedi

Pistoia: Il Bacio dei Cristi a Gavinana

Il-bacio-dei-cristi
Tradizioni popolari

E' un rito molto antico ma ancora in uso. Due grandi processioni che si incontrano, davanti ad ognuna un Cristo in croce: le teste dei ...

Vedi

Siena: Piero Carbonetti e il suo tamburo di latta

Piero-Carbonetti
Tradizioni popolari

Sovversivo, perseguitato, anarchico, clochard, sognatore: è davvero difficile definire Piero Carbonetti, toscanaccio doc e garibaldino...

Vedi

Pisa: Kinzika, la giovane donna che salvò Pisa dai Saraceni

Kinzika
Tradizioni popolari

Fu veramente lei, una giovane donna dal nome arabeggiante, Kinzica appunto, della nobile famiglia dei Sismondi, a salvare Pisa dal sacc...

Vedi